59 SULLE PUNTE DANZANDO CON I FLOYD

SULLE PUNTE DANZANDO CON I FLOYD

BodySi apre il sipario. Davanti agli occhi un muro di effetti luminosi e quattordici ballerini. Nelle orecchie l’imponenza del muro sonoro di The Wall dei Pink Floyd. Ma se per Rogers Waters e compagni i muri da abbattere erano i traumi e i sensi di colpa che isolavano l’uomo, per la Pavlova International Ballet Company sono «quelli costruiti su idee classicheggianti.CORRIERE DELLA SERA – 02 NOVEMBRE 2012